Box

  • By aniad
  • 18 febbraio, 2015
  • Commenti disabilitati su Box

Testimonianza di un partecipante Francesca Paolo Tancredi

Premessa:

In luglio2010 ho ricostruito all’ istituto ortopedico Gaetano Pini di Milano il legamento crociato anteriore al ginocchio DX (rotto diversi anni prima, giocando a calcio).
Questo intervento mi ha portato a sostenere una riabilitazione di 6 lunghi mesi, fatti di tanta fisioterapia e pazienza. Ma il risoltato credo sia stato ottimo,
il recupero è pressochè completo.
A gennaio 2011 ho ricominciato a correre con regolarità, preparando questa gara, che è per me il primo evento importante post-intervento.

Report “evento Neapolis half-marathon”:

 

 

 

PNapoli-1reparazione:

4 allenamenti settimanali per 16 settimane, così suddivisi:

Martedi ore 17:00
20′ risc + ripetute + 10′ defatic.
30′ potenziamento in palestra

Giovedi ore 17:00
60′ circa, dopo breve riscaldamento, passo al 85% Fcm
30′ potenziamento in palestra

Sabato ore 10:00
60′ nuoto

Domenica ore 8:00
dai 16 ai 22 km ad un passo tra 75 e 85% Fcm

Ultime 3 settimane in scarico diminuendo l’attività del 30, 50, 70%

Napoli-2

Alimentazione

Dieta normocalorica della Dietologa del San Raffaele di Milano
A partire da kcal 1900 + integrazione energie spese per attività sportiva

Esami del sangue completi del 25 marzo 2011:

risultato valori di riferimento
Glucosio plasma 77 60 – 110
Insulina 4.6 4.0 – 23.5
Homa index 0.9 > di 2.5 indicano insulino resistenza
Emoglobina glicata 5.4 % HB 4.0 – 6.0
Emoblobina glicata 36 mmoli/moli 20 – 43

Vitamina D 8,9 leggermente basso
Zinco nel siero 110 leggermente alto

 

Napoli-3

Partenza per Napoli

Sabato 16 aprile 2011

Sveglia alle ore 5:30, ma mia figlia ha ben pensato di anticipare la sveglia alle ore 4:30.

Glicemia al risveglio 40
Onestamente, non sò perchè questo valore, la sera prima 100g di pane ed una fetta di frittata. I valori al risveglio nei giorni precedenti erano tutti tra 80 e 90
Alle ore 6:30, non sò dirvi perchè non ho integrato subito, ho mangiato due cornetti freschi (senza zuccheri aggiunti) + polase sport in 50cl di acqua naturale.
Un pò preoccupato per la glicemia del mattino, alle ore 9:00 in treno ho integrato con un cappuccino e kinder bueno.
Arrivato a Napoli, in attesa della consegna della stanza ho pranzato alle ore 13:00. La tentazione ha preso il sopravvento ed ho pranzato con pizza classica napoletana + acqua + caffè.

Glicemia ore 14 218

A questo punto mi sono reso conto che qualcosa non andava, forse lo stress del viaggio, il panico del valore del mattino, ma ho deciso di riprendere il controllo della situazione e,
durante la visita guidata per Napoli, ho cercato soprattutto di rilassarmi, ascoltare il mio corpo e lasciarmi andare alla gradevole passeggiata in pullman con tutto il gruppo costituitosi (foto 1).
A fine gita ci siamo recati al marathon center dove il dottor Corigliano ha presentato l’evento (foto 2), organizzato il pregara del giorno dopo, descritto il percorso, presentato lo staff che ha organizzato
questo riuscitissimo XI campionato di mezza maratona ANIAD e distribuito pacchi gara e pettorali ai partecipanti (foto 3).

Glicemia ore 19 79

Naturalmente a cena ho preferito non appesantirmi ulteriormente. Un assaggio di pizza + 50g di pasta e fagioli + 50g di altro primo piatto + acqua

Glicemia ore 22:30 (90’dopo cena) 123

Domenica 17 aprile 2011

Glicemia al risveglio ore 6:30 91

Colazione con miele + 4 fette biscottate + the non zuccherato + polase sport in 50cl di acqua naturale

Napoli-4

Gara

L’obiettivo/test era quello di verificare lo stato di forma e nel contempo dare il massimo, per cui, invece di impostare un passo di gara predefinito, ho preferito regolarmi con il cardiofrequenzimetro.
Il percorso costeggiava il lunghissimo e caratterizzante lungo mare della città per buona parte del percorso, diverse salite e vento forte in diagonale all’andata e contrario al ritorno hanno reso la gara
non proprio velocissima. Siamo passati anche all’interno di un grazioso parco con fontanelle zampillanti e filodiffusione con musica classica in sottofondo.
La prima parte di gara credo di aver tirato un pò troppo, sicuramente troppo ottimista, con media di 5’04” al km. La seconda parte di gara, ma soprattutto, dal 16°km in poi, ho rallentato molto, la stanchezza di
un ritmo al di sopra delle mie possibilità si è fatta sentire. La seconda parte chiusa in 5’24” al km.
Tempo finale 1° 50′ 39″ (Personal best 1° 41′ 59″)

In definitiva, posso ritenermi soddisfatto, come inizio post-intervento è stato un buon tempo, ma, soprattutto, il mio ginocchio DX ha superato la prova in maniera eccellente.
Non ho avuto nessun fastidio, anzi …. Confido, con buoni allenamenti, di ritornare a migliorarmi.

Glicemia post gara 154

Rientranto in Hotel, dopo il controllo glicemia, una doccia rilassante, preparato la valigia e salutato compagno di stanza (Daniele di Bergamo) ed altri amici, con l’amico Michele Consiglio,
in attesa del pullman che portasse entrambi in Puglia/Basilicata, abbiamo pensato di concludere questa affascinante esperienza con una mai banale pizza classica napoletana (foto 4).

Ultima glicemia rilevata post-pranzo (dopo 120′) 122

PS1 – Spero che queto mio riassunto sia utile alla causa, ho voluto seguire quanto mi ha sempre suggerito Cristian …. RACCONTARSI !
PS2 – Ringrazio il Dottor Corigliano ed il suo staff per la cura, attenzione e professionalità nell’organizzare questo XI campionato di mezza maratona ANIAD

A presto
Tanc

I commenti sono chiusi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: