Mellito Marathon Road Map

  • By aniad
  • 18 febbraio, 2015
  • Commenti disabilitati su Mellito Marathon Road Map

In occasione della Maratona di Roma del prossimo 16 marzo 2008, un gruppo di podisti con diabete parteciperà alla corsa seguendo una tabella di allenamento e compilando un diario in cui raccontare il proprio percorso di avvicinamento alla gara, con tutta una serie di dati da inserire sempre nello spirito del confronto e della trasparenza che anima l’attività di Podismo & Diabete e Diabete No Limits Onlus. Nella giornata precedente la manifestazione, probabilmente presso lo stand di Diabete Italia presso il Marathon Village o in alternativa presso la sede capitolina della Società Italiana di Diabetologia (maggiori ragguagli in seguito), i dati raccolti saranno discussi in una tavola rotonda con i partecipanti ed eventualmente con preparatori atletici, medici diabetologi ed esperti di sport e diabete. Dopo la gara ugualmente troveremo il modo per un breve confronto, in particolare sul raggiungimento dell’obiettivo prefissato, sia da un punto di vista cronometrico che di sensazioni psicofisiche in generale: l’obiettivo rimane infatti il correre per un benessere reale e duraturo. Alla luce degli scopi dell’iniziativa, preghiamo gli eventuali aderenti di programmare la trasferta in maniera da essere presenti dalle h 13,00 di sabato (con pacco gara già ritirato) fino alle h 16,30 di domenica. Dettagli su luogo di ritrovo e orari in successive comunicazioni. Chi volesse aderire all’iniziativa è pregato di comunicarlo rispondendo a questa email (chretien@diabetenolimits.it)L’adesione è libera e si perfeziona nell’invio settimanale del proprio diario nominativo di allenamento. Il programma di allenamento si rivolge a persone con diabete già esperte di competizioni podistiche e con obiettivi cronometrici tra le 3 e le 4h, poco più o poco meno. Ovviamente chiunque è libero di partecipare ma ribadiamo questo evento per definizione e per gli scopi che si prefigge è destinato all’atleta con diabete che intende preparare una maratona con metodo alla stregua di come cura la propria patologia. La maratona non è una scienza esatta, ma una esperienza di vita che con la dovuta preparazione e adeguate motivazioni vale la pena di provare ad affrontare. Nei prossimi giorni e man mano che giungeranno le adesioni, invieremo una lista aggiornata dei partecipanti. L’obiettivo è di raggiungere i 10 partecipanti e di concludere la prova senza ritiri con tempi sotto le 4 h e sorriso (ma questo ci sarà comunque vada!)

L’iscrizione e ogni spesa relativa alla manifestazione sono a carico di ciascun partecipante. Ove intervenissero agevolazioni sarete prontamente informati.

Per informazioni e aggiornamenti sul progetto www.diabetenolimits.it – sezione “Podismo & Diabete” dalla home page, quindi “Mellito Marathon Road Map – Maratona di Roma” nella pagina “Attività”.

Il file in formato excel (MMRM TAB.XLS) contiente una serie di cartelle con istruzioni, scheda anagrafica, tabella di allenamento, diario di 10 settimane. Il file è scaricabile anche dal sito www.diabetenolimits.it
Il programma utlizzato va da un minimo di 8 a un massimo di 10 settimane, il che significa cominciare il 7 gennaio al più presto oppure il 20 gennaio al più tardi. Ognuno è libero ovviamente di variare in base alla propria esperienza e in base al tempo a disposizione. L’importante è compilare con cura il diario in maniera da poter valutare il percorso di avvicinamento alla maratona… la Mellito Marathon Road Map per appunto. Nel vostro diario potete eventualmente annotare dettagli o altri particolari. Vi invitiamo ad essere il più completi possibile sul tipo di alimentazione (ex. quantità CHO) e adeguamenti insulina sia nei giorni di allenamento che in quelli di riposo. Lo scopo è di raccogliere dati e rilievi per verificare benefici, disagi, problemi, gratificazioni incontrate dalle persone con diabete che affrontano la preparazione ad una corsa. Il tutto per capire di più sulla gestione diabete e sport nell’ottica dell’approfondimento. Le generalizzazioni purtroppo, ancor più nel caso del podista con diabete, risultano sempre più inutili, superficiali e poco costruttive. Non esiste una ricetta unica, ma vediamo di trovare dei punti comuni per imparare dalle diverse esperienze e migliorare.

In attesa di eventuali adesioni, auguriamo a tutti un felice anno nuovo.

Dott. Cristian Agnoli, dm1

Presidente Diabete No Limits Onlus

Promotore gruppo Podismo & Diabete

I commenti sono chiusi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: