Importante riconoscimento IDF per Cristina Cucchiarelli

  • By aniad
  • 17 dicembre, 2017
  • Commenti disabilitati su Importante riconoscimento IDF per Cristina Cucchiarelli

cristina cucchiarelli_IDF

“PRONKING” IDF Long Standing Achievement Award

Mi chiamo Cristina Cucchiarelli, ho 36 anni, sportiva fin dalla più tenera età e diabetica tipo 1 da 22 anni.

Ex ballerina professionista e oggi Personal Trainer specializzato in Composizione Corporea.

La mia storia è quella di una ragazza sportiva con diabete come tanti di voi. Fatta di doveri, delusioni e tanti sogni. I primi anni dall’ esordio non consideravo il diabete un vero ostacolo, più che altro lo sottovalutavo; sia per le poche informazioni che c’erano al riguardo (soprattutto in ambito sportivo), sia per mia incoscienza. Ma ogni giorno ho vissuto sulla mia pelle le conseguenze di una malattia che agisce silenziosamente e dal quel momento non ho più mentito a me stessa, accettando il mio stato di salute e l’idea che la mia vita non sarebbe stata più la stessa; quella di una ragazzina spensierata di 14 anni.  Solo una cosa non cambiò mai: l’amore per lo sport!

Un amore incondizionato che mi ha dato ogni singolo giorno la forza di proseguire e combattere sia contro chi mi diceva di smettere (medici, allenatori e famigliari), sia contro la mia stessa paura di non potercela fare, perché era tutto troppo impegnativo e difficile da gestire. Ho sempre saputo di dover lavorare di più e meglio degli altri atleti “normali “; ma poi mi sono chiesta :<< ma la normalità cos’ è? Uno stato fisico o mentale? >>. La normalità non esiste, dipende da cosa noi consideriamo normale. I limiti ci sono, ma ci sono per tutti a prescindere dal tipo di problema.

Sono state queste considerazioni che mi hanno supportata e spronata nell’arco degli anni a fare di più, a volere di più e a spingermi a studiare in modo accademico e scientifico il mio limite più grande: Mr D, il diabete.

Ripeto la parola LIMITE, perché il diabete lo è, e diffido di chi non lo considera tale; ma nello stesso tempo è stato il mio più grande incentivo creativo, perché l’ho osservato, studiato attentamente e poi rigirato a mio favore e senza di esso non sarei mai riuscita a vincere gli IDF Europe Award con il progetto Pronking Sport e Diabete.

Ho lavorato anni per ottenere un allenamento  specifico (sostenuto da una ricerca scientifica tuttora in via di sviluppo che da ottimi risultati tra i calcoli fatti e la realtà testata), per ragazzi con diabete tipo 1 che vogliono praticare attività fisica in tutta sicurezza. Ho testato, sbagliato, riconsiderato e messo a punto continuamente il mio lavoro e non ho mai smesso di crederci perché ognuno di noi può migliorare la propria condizione e soprattutto la propria performance grazie agli errori fatti.

Questa non è solo una mia vittoria, ma un riconoscimento comune per tutti coloro che portano avanti  la propria battaglia considerando lo sport un pilastro indispensabile per la cura del diabete. Grazie ad ANIAD e a tutti noi sportivi diabetici, oggi abbiamo la possibilità e il diritto di dichiarare pubblicamente che lo Sport entra a far parte veramente del mondo terapeutico in associazione al trattamento insulinico.

Personal Trainer IDDM

 

Cristina cucchiarelli

6

4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

21

8

 

 

 

I commenti sono chiusi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: